Lingua tedesca: differenze tra Germania, Austria e Svizzera

differenza lingua tedesca germania svizzera austria

Il tedesco, prima lingua in assoluto parlata da madrelingua in Europa, è l’idioma ufficiale in Germania, Austria, Svizzera e Liechtenstein. Essendo così diffuso, la domanda sorge spontanea: è uguale in tutte le aree in cui viene utilizzato, o vi sono delle differenze? E se ci sono, quali sono?

differenza lingua tedesca germania svizzera austria

Molto spesso si pensa che la lingua tedesca sia esattamente la stessa in tutti i territori in cui è parlata, nonostante l’area geografica che copre sia estremamente estesa e soprattutto ricca di differenze culturali non indifferenti. In realtà, è un linguaggio pluricentrico: una lingua con diverse interazioni e differenze, corrispondenti a paesi diversi. Esistono, infatti, le varietà nazionali, dette anche “varietà standard”, che presentano diversità non solo a livello linguistico, ovvero riguardo il lessico, la grammatica e la fonetica, ma anche specificità culturali ben distinte tra le diverse ‘nazioni di lingua tedesca’.

Un esempio molto semplice? Anche solo per salutare un amico, in Germania dovrai dire “Hallo!”, in Svizzera dirai “Grüezi”, e in Austria dovrai utilizzare “Griaß di”.

 Assurdo, vero? Se questo ti ha incuriosito, andiamo a scoprire di più!

Il tedesco in Austria

L’austriaco è diverso dal tedesco? Cerchiamo di rispondere a questa domanda, totalmente lecita. In Austria si parla il cosiddetto Hochdeutsch, ovvero “alto tedesco”, che presenta delle differenze da quello parlato in Germania, soprattutto settentrionale. Queste diverse caratteristiche non sono solamente dialettali, ma concernono la lingua ufficiale, scritta e imparata a scuola o ascoltata in televisione. Perciò si parla di grammatica, lessico e fonetica differenti, così come l’uso di prestiti linguistici, cioè delle parole derivate dalle lingue straniere. Il fenomeno può essere facilmente spiegato dalle influenze legate alla posizione geografica di questo paese, ovvero influssi dalla Baviera o dall’Italia. Spesso, infatti, il tedesco bavarese è molto più simile a quello austriaco rispetto a quello della Germania settentrionale!

 Un esempio? La parola “patata”:

  • tedesco in Austria: Erdapfel
  • bavarese in Austria: Erschdépfé/Erdopfé
  • tedesco in Germania: Kartoffel.

E ancora, la parola “ospedale”: 

  • tedesco in Austria: das Spital
  • tedesco in Germania: das Krankenhaus

italiano: la maturità

tedesco in Austria: die Matura

tedesco in Germania: das Abitur.

italiano: i fagiolini

tedesco in Austria: die Fisolen (dall’italiano)

tedesco in Germania: die grünen Bohnen / Brechbohnen / Gartenbohnen

italiano: melanzana

tedesco in Austria: die Melanzani (dall’italiano)

tedesco in Germania: die Aubergine (dal francese)

italiano: l’albicocca

tedesco in Austria: die Marille (dall’italiano armellino)

tedesco in Germania: die Aprikose

differenza austria

Come avrete notato, gli esempi sono tanti. Nonostante ciò, però, tra austriaci e tedeschi non ci sono solitamente troppi problemi di comprensione, o almeno è così da parte degli austriaci: è più facile, infatti,che un tedesco non comprenda dei termini austriaci, piuttosto che il contrario.

Senza contare la presenza dei numerosi dialetti diversi, la situazione si complica quando ci riferiamo alla lingua parlata, poiché entra in gioco anche la differente pronuncia. Un esempio è la parola “Chemie” (chimica): il suono “ch” in Germania è pronunciato come in francese, mentre in Austria lo leggono “k”. Un altro esempio sono i numeri che terminano per “ig”, come zwanzig (venti), dreißig (trenta), vierzig (quaranta) e così via: in Germania settentrionale, infatti, la “g” finale viene pronunciata “ch”, invece in Austria, o più in generale in “Hochdeutsch”, si pronuncia con una “k” sorda.

Il tedesco in Svizzera

La Svizzera, nonostante le sue ridotte dimensioni, è molto diversificata: le sue lingue ufficiali, infatti, sono il tedesco, il francese, l’italiano e il romancio. Essa confina con l’Italia, la Francia, la Germania, con l’Austria e il Liechtenstein, ed è suddivisa in 26 cantoni, ognuno dei quali ha la sua rispettiva lingua ufficiale. L’idioma più parlato, però, è il tedesco: quanto è diverso qui rispetto alla Germania o all’Austria?

Teoricamente, il tedesco scritto e ufficiale in Svizzera è il tedesco standard svizzero, ovvero “Schweizer Hochdeutsch”, una varietà del tedesco standard. Nella lingua parlata, però, non è utilizzato molto frequentemente, anzi: è più comune parlare in dialetto, il cosiddetto “tedesco svizzero”. Esso comprende varietà regionali tradizionali, che sono le lingue quotidiane della Svizzera tedesca.

parlare tedesco in svizzera

Quindi ora facciamo un po’ di ordine: qual è la differenza tra tedesco svizzero e tedesco standard svizzero?

Il tedesco svizzero è un dialetto alemanno, parlato anche in alcune comunità Alpine nel Nord Italia confinanti con la Svizzera, ed è la lingua utilizzata tutti i giorni. Esso è suddiviso a sua volta in Basso Alemanno (zone di Basilea), Alto Alemanno (più diffuso, anche in Liechtenstein) e Altissimo Alemanno (centro-sud), nonostante siano mutualmente comprensibili. La maggior parte delle persone in Germania non capisce il tedesco svizzero: quando viene trasmessa alla televisione tedesca un’intervista con un madrelingua svizzero tedesco, ad esempio, sono necessari i sottotitoli. Al contrario, nelle scuole svizzere gli studenti imparano fin da piccoli il tedesco standard svizzero, quindi sono sempre in grado di comprenderlo, parlarlo e scriverlo, mentre il tedesco svizzero è la lingua madre. L’uso del dialetto non trasmette inferiorità sociale né educativa, anzi, è utilizzato con orgoglio.

La differenza tra i dialetti e il tedesco standard è piuttosto evidente. In grammatica, ad esempio, non utilizzano il Preterito Indicativo, non esiste il caso Genitivo, l’ordine dei verbi può variare. Solo per darvi un’idea.

 Il tedesco standard svizzero, invece, è la lingua scritta ed è una varietà di tedesco standard. Esso presenta caratteristiche distintive in tutti i domini linguistici: non solo in fonologia, ma anche in vocabolario, sintassi, morfologia e ortografia. Queste caratteristiche del tedesco standard svizzero sono chiamate Elvetismi. Oltre alle influenze dal tedesco alemanno, queste caratteristiche includono un ampio uso di prestiti dalle lingue romanze, soprattutto il francese. 

Esempi: 

  • Billett (dal francese) = Fahrkarte (Germania) = biglietto
  • Velo (dal francese) = Fahrrad (Germania) = bicicletta
  • Poulet (dal francese) = Hähnchen (Germania) = pollo

Esso è simile per molti aspetti al tedesco standard in Germania e Austria, nonostante alcune differenze nell’ortografia, in particolare la sostituzione della “ß” tedesca con ss. Per esempio: Strasse = Straße (Germania) = strada

Generalmente il tedesco standard svizzero viene parlato solo nei contesti educativi, in rare situazioni formali, nei notiziari, in alcuni media, nei parlamenti o nelle funzioni religiose. Al di fuori di questi contesti, la lingua parlata è sempre il tedesco svizzero, ovvero il dialetto di riferimento, poichè la “versione standard” è spesso ritenuta innaturale all’orecchio degli svizzeri.

La situazione in Germania

Ma quindi, che lingua si parla in Germania? In generale si può affermare, ovviamente, che la lingua ufficiale sia il tedesco standard. Nonostante ciò, anche qui troviamo numerosi dialetti suddivisi tra nord, centro e sud. Molti di essi non sono facilmente comprensibili a chi conosce solo il tedesco standard, poiché differiscono nel lessico, sintassi e fonologia. I gruppi principali sono il tedesco superiore (nel sud) , il tedesco centrale occidentale, il tedesco centrale orientale e la lingua basso-tedesca (che troviamo al nord).

lingua tedesca modena

Se volete saperne ancora di più e vi siete appassionati a questo argomento, potete approfondire guardando questo video.

 Dopo questa full immersion di tedesco, potrete andare nel sud della Germania e salutare con “Grüß Got”, invece del classico “Guten Morgen”, per sentirvi dei veri locali. Oppure, se vi trovate nella zona di Amburgo o in altre aree del nord, utilizzate “Moin Moin”, e vi scambieranno per veri tedeschi (ma attenzione, solo per saluti informali!).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Oxford Blog- Scuola di lingue Modena