Imparare l’inglese: bambini e ragazzi (a Modena)

scegliere un corso d'inglese per bambini a Modena

Quando si è adulti, assimilare nuove nozioni e imparare cose nuove sembra impossibile: mettersi in testa le cose, fissarle, ricordarle, ripetere, capire la pronuncia…tutto ciò sembra una vera e propria impresa! Studiare una lingua straniera quando non si è più bambini o ragazzi non è facile, anzi, col passare degli anni diventa sempre più complesso, ed è assolutamente normale. Ma come mai? Perché mentre per gli adulti l’apprendimento di una lingua è un processo lungo e faticoso, per i bambini è facile memorizzare le nuove parole e le informazioni che ricevono. Insomma, il momento migliore per imparare l’inglese è da piccoli, e in questo articolo troverai consigli per scegliere i corsi di inglese migliori.

scegliere un corso d'inglese per bambini a Modena

Perchè imparare l’inglese da piccoli

Vi siete mai chiesti come facciano i bambini bilingue a parlare due lingue con così tanta nonchalance? O come facciano a passare così facilmente da una lingua all’altra? Questo è possibile grazie alla capacità cerebrale che si possiede in quella giovane età: da piccoli, infatti, siamo nelle migliori condizioni possibili per imparare e assimilare nuove informazioni, si ha una grande capacità d’imitazione e la memoria è eccellente. Il cervello, in sostanza, è programmato per apprendere e assorbire in continuazione nozioni nuove da imparare. Mentre gli adulti o i bambini più grandi devono essere coscienti e molto concentrati, i bambini più piccoli imparano in modo inconscio.

Un altro grande vantaggio da non sottovalutare è che i bambini non hanno paura di sbagliare, non temono di venire giudicati e non temono le brutte figure. Infatti, qualsiasi cosa diranno verranno comunque premiati e acclamati, hanno sempre un feedback positivo dagli adulti e sono sempre molto motivati. Perciò quando commettono errori, in realtà, stanno solo studiando in modo efficace, perché sbagliando si impara!

sbagliando si impara inglese per bambini

Secondo uno studio di Abecedarian Project, poi, quello che si impara nei primi cinque anni di vita influenza molto tutto il resto della crescita. La qualità della vita da adulti dipende molto da quello che si è appreso da piccolissimi, non è mai troppo presto per imparare! Dalla ricerca emerge che i primi anni di vita sono fondamentali per tanti diversi aspetti: emotivi, cognitivi, sociali. Ci si apre al mondo e si è molto ricettivi. Quindi quando iniziare ad imparare una nuova lingua, se non in questi ani?

I vantagggi per i bambini che crescono imparando l’inglese

Questo investimento potrebbe essere il migliore che potete fare per i vostri figli: imparare l’inglese fin da piccoli è una delle abilità più importanti che possono acquisire a quell’età, ed è una possibilità unica da non lasciarsi sfuggire.

Innanzi tutto significa gettare delle buone basi per il futuro, perché il bambino avrà fin da subito una marcia in più e sarà agevolato quando crescerà. Inoltre, una formazione di questo tipo permetterà di aprirgli la mente, oltre a tante possibilità nella vita, e rappresenta un passo importantissimo per la sua crescita e formazione.

crescendo insieme imparare inglese a modena per bamini

Come dice Raphael Berthele, professore di Scienze e didattica del plurilinguismo all’Università di Friburgo, imparare subito una seconda lingua consente di “preparare il cervello dei bambini a fronteggiare meglio le sfide di un mondo multilingue.”. Imparare da subito una seconda lingua consentirà al bambino di usare al meglio le proprie capacità cognitive, pensando alla frase da dire in due lingue differenti, sviluppando così flessibilità mentale e stimolando il cervello.

Come se non bastasse, imparare una seconda lingua aumenta l’autostima, anche per i più piccoli! Si tratta di un’esperienza gratificante, piacevole, divertente.

Corsi di inglese per bambini e ragazzi a Modena

Inglese per bambini a Modena? Come scegliere un corso di inglese? Probabilmente, a questo punto, queste sono le vostre domande.

Anche a Modena, così come nelle altre città d’Italia, è possibile iscrivere i propri figli ad un corso d’inglese, fin da piccoli. Ecco quelli presenti sul territorio.

 Mr. Fogg: scuola d’inglese per bambini e centro pre-scolastico, rivolto ai piccoli dai 3 ai 6 anni. Grazie alle molteplici occasioni qui offerte, il bambino apprende le regole dei giochi e della vita in comune, in un processo di scambi culturali e codici comunicativi ricchi e stimolanti. Il progetto madre è “Il bilinguismo e l’apprendimento della lingua inglese” attraverso il Metodo Mister Fogg, che si focalizza sulla pedagogia naturale, l’interculturalità, l’intelligenza linguistica e la metodologia del bambino/a attivo, motivato, interessato, partecipe. Inoltre verrà sviluppato il linguaggio del corpo, quello dei suoni e dell’arte.

Bénédict: fondata a Losanna nel 1928 dal Prof. Gaston Bénédict , docente presso la University of Southern California, nel 1970 la Bénédict School entra in Italia e in pochi anni molte scuole vengono aperte a Modena e provincia (Carpi, Sassuolo, Mirandola) ma anche a Reggio, Bologna, Parma, Mantova, Genova, Venezia, Ferrara, e la lista è ancora lunga. Bénédict ha studiato a fondo le qualità espressive dei bambini ed ha avviato corsi specializzati che fanno uso delle tecniche psico-pedagogiche applicate all’infanzia, fra cui campeggiano la musica, l’arte, la melodia e la ritmica.

Oxford School: propone un programma di corsi a ore che possono tenersi in piccoli gruppi di età omogenea, con o senza i genitori presenti. Possono inoltre affiancare l’eventuale corso in lingua anche i genitori, organizzato nella stessa sede. I docenti madrelingua sono educatori specializzati e costantemente aggiornati sui nuovi materiali didattici ed educativi.

scegliere corso inglese per bambini emilia romagna

Il metodo di queste scuole è altamente professionale e gode di anni di esperienza insieme al lavoro di madrelingua scelti. Nella prima infanzia la fonetica svolge un ruolo essenziale in quanto il bambino non sa ancora nè leggere nè scrivere: l’apprendimento, infatti, è affidato al riconoscimento dei diversi suoni delle parole nelle varie lingue. Da ciò ne consegue che per imparare a parlare una seconda lingua non è strettamente necessario saper leggere e scrivere ma basta l’esperienza legata, ad esempio, al suono delle parole associato alle cose. Per questo motivo è importante saper scegliere la scuola adatta, che sappia quale metodo è adatto alle esigenze dei più piccoli. Come con l’italiano, a loro piace imparare giocando, e soprattutto condividere le loro attività educative e di gioco!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Oxford Blog- Scuola di lingue Modena